LA SCUOLA

La Scuola informale di cultura imprenditoriale del Giardino delle imprese è un percorso formativo volto a promuovere la cultura d’impresa tra gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado. Un’esperienza strutturata in 4 fasi per sviluppare un’idea innovativa d’impresa dove imprenditori di successo, esponenti del mondo accademico, esperti scientifici e tutor si alternano in un programma strutturato e di alto profilo, che accompagna gli studenti durante tutti i mesi di lavoro.

A Bologna il progetto è alla sua quinta edizione. Ad oggi ha coinvolto 234 studenti provenienti da oltre 40 Istituti superiori italiani. Ogni edizione del percorso formativo ospita 60 studenti, scelti in seguito ad un processo di candidatura e selezione. Fino ad ora, i progetti vincitori della Scuola informale di cultura imprenditoriale sono stati 8, per un totale di 70.000€ investiti da parte del Trust Eureka. Per informazioni sulla prossima edizione clicca qui.

A Firenze l’iniziativa è alla sua prima edizione ed è promossa insieme alla Cassa di Risparmio di Firenze. Coinvolge 60 studenti provenienti dalle scuole secondarie di secondo grado della città metropolitana di Firenze.

LE FASI

La Scuola informale di cultura imprenditoriale si articola in 3 fasi principali: un campo estivo composto composto da lezioni, project work in gruppo, attività pratiche e testimonianze; un periodo di sviluppo dei progetti con incontri a cadenza settimanale; la presentazione delle idee d’impresa.

Durante queste fasi i partecipanti hanno il compito di lavorare in gruppo a un progetto imprenditoriale (project work). Ogni edizione verte su un tema specifico, definito in base alle nuove tecnologie disponibili e agli scenari di consumo contemporanei. La durata totale del percorso formativo è di 6 mesi per tutti i 60 studenti.

LE COLLABORAZIONI

Il percorso è stato realizzato in collaborazione con numerosi partner istituzionali e scientifici tra cui Comune di Bologna, H-Farm, Unindustria Bologna, Ufficio Scolastico Regionale Emilia-Romagna, Università di Bologna, Gruppo Emiliano Romagnolo dei Cavalieri del Lavoro, CMCC, Future Food Institute, FabLab Bologna, Programmabol.

Inoltre, per l’edizione fiorentina, Fondazione Golinelli collabora con Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze e Ufficio scolastico regionale per la Toscana.